Lo specialista risponde




Risposte Pubblicate:



Domanda del 30/05/2017Gent. Dott. Luchetti il 15 maggio in seguito a una caduta accidentale ho avuto una brutta distorsione al polso sx. Al ps ho fatto rx negativo doccia gessata per 8 giorni poi tutore. Ho voluto accertarmi che non ci fosse nulla di compromesso ai legamenti quindi mi sono recata in un centro privato per risonanza magnetica..le leggo il referto:L'indagine RM ha rilevato, nella compagine della spongiosa ossea delle estremità distali del radio e dell'una , in sede subcondrale, la presenza di aree di alterazione di segnale, a margini sfumati, iperintense nelle sequenze STIR-specifiche, per edema in sequele di contusione ossea , senza sicure immagini riferibili a fratture. Il complesso fibrocartilagineo triangolare appare assottigliato e dismogeneo per fenomeni degenerativi. Aspetto da lei una sua valutazione a riguardo . Senza il tutore il polso mi fa male a muovere e fa uno scricchiolio strano. Ho pensato se non potrebbe essere il menisco del polso chiamato in parole spicce. Aspetto.. grazie. Paola
Rispostaforse ci potrebbe essere un danno alle strutture legamentose non evidente alla RMN, oppure un danno della cartilagine articolare. forse utile una artroscopia di polso se il problema persiste


Domanda del 05/05/2017Salve, ho subito intervento al tunnel carpale nel mese di giugno 2016. A tutt'oggi però, accuso dolore nell'eseguire le flessioni in palestra che comportano una posizione per cui il peso del corpo corpo viene a gravare sul palmo della mano con polso poggiato a terra a 90 gradi, per capirci. Come devo regolarmi? Posso tranquillamente insistere a fare questi esercizi o devo devo astenermi?
Grazie

Rispostafaccia una ecografia per verifcare lo stato della cicatrice


Domanda del 26/04/2017Ho subito un intervento di scafoidectomia e arotrodesi radiolunata con i fili k.
A tre mesi dall'intervento ho dolore alle dita e ancora non muovo il polso. Secondo la vostra esperienza quali sono i tempi di recupero?

Risposta2 3 mesi, ma dipende dai casi


Domanda del 24/04/2017Buongiorno, mi sono fratturata il polso sinistro nove mesi fa, in un arto già interessato da capsulite. Da allora ho fatto fisioterapia in acqua due volte alla settimana. Persistendo il dolore e limitazione funzionale, ho fatto RM con questo esito:
Esiti di frattura dell’estremo distale del radio con persistenza di piccola area di edema spongioso midollare in subcondrale, medialmente.
Modesto ipersegnale, tipo edema spongioso midollare al 3° distale dello scafoide, lateralmente e al trapezio. Accenno ad inclinazione dorsale del semilunare rispetto al grande osso.
Modeste disomogeneità del segnale alla fibrocartilagine triangolare del carpo; si associa falda liquida tra le epifisi distali del radio e dell’ulna.
Non rilievi particolari alle strutture tendinee comprese nel campo di vista. Regolare il retinacolo dei flessori.
Grazie di cuore!

Rispostasi può provare ad eseguire una artroscopia per verificare lo stato articolare


Domanda del 12/04/2017Buon giorno dr. lucchetti sono un ragazzo di 26 anni, all'incirca dieci anni fa' ebbi una frattura scomposta del posto sinistro in seguito ad una brutta caduta facendo sport. Andai al pronto soccorso il giorno dopo, perché l'incidente fu in Liguria e dovetti tornare a Torino, ero con altre persone era sera e siamo tornati a casa tardi.
Il giorno dopo andai al pronto soccorso a Torino, mi ricordo che ho atteso molto per essere visitato e fare gli accertamenti con i raggi.
Dopo che vengo visitato mi fanno i raggi notano una frattura scomposta del posto sx.
Mi fecero sdraiare in un letto mi hanno perso il pollice,l'indice e il medio me li hanno appeso a dei gancetti mollegiati rialzati con un peso di 5 Kili sul gomito, mi hanno lasciato dieci minuti li, poi arrivò il dottore e mi disse adesso sentirai un po di dolore, mi ricordo che avevo il polso gonfissimo e d era stortissimo, conta fino a tre e premo fortissimo lo fa due 2/3 volte e poi mi disse e andato tutto bene adesso ti ingessiamo.
Mi misero il gesso fino al gomito, lo portai per 15 giorni e dopo altri 15 giorni me lo tolsero, e non mi prescrivere nessun ciclo di terapie, mi dissero solo di non fare sforzi per un pochino.
Da allora ho sempre molti dolori, il braccio lo ruoto a 70 gradi, ho difficoltà in tutte le attività motorie col passare degli anni sempre peggio fatico a tenere anche piccoli pesi fare molti movimenti, se faccio fatica a lavoro mi fa malissimo, ho fatto molti esami e visite ed ho già iniziali segni di artrosi, calcificazioni, alterazioni dell'aprofisi stilo idea ulnare. Ho fatto delle terapie come jonoforesi ultrasuoni magnetoterapia terapia e altre cose ma poco e servito. Ho sempre forti dolori e continui nell'polso nell'avambraccio e nel gomito. Da allora sono passati dieci anni ho forse più e il sisma di informazione e cambiato ed è più avanzato, vedendo nei Blog e nei siti di medicina ho letto che le fratture composte si rimarginano in 15/39 giorno gol un semplice gesso e fare subito terapia e una frattura scomposta e più complicata e vanno fatti degli interventi chirurgici con l'inserimento di una placca e fare terapia.
A me non fecero nessun intervento mi misero solo il gesso e non mi hanno detto di fare nessuna terapia.
Io adesso ho 26 anni e ogni giorno sopporto dei dolori atroci in tutto il braccio e faccio fatica a lavorare e ogni sera quando finisco di lavorare mi fa malissimo il braccio.
Adesso che le ho raccontato il mio problema che mi potrovo ogni giorno della mia vita e non c'è la faccio più, chiedo se dopo tutti questi anni posso fare un intervento chirurgico e della terapia e riavere un po l'utilizzo del braccio.
Attendo sua risposta è ringrazio per la comprensione distinti saluti

Rispostafaccia una tac per verificare lo stato attuale


Domanda del 28/03/2017Buongiorno, mia figlia di 19 anni lamenta un dolore al polso con perdita di forza. Ha fatto ecografia al polso e non ha evidenziato nulla di anomalo, cosa mi consigliate di fare? grazie mille
Rispostauna visita specialistica per capire il problema


Domanda del 21/03/2017Salve ho fatto una risonanza al polso ed ê risultato ciò: DISCRETO VERSAMENTO ARTICOLARE IN SEDE RADIO-ULNO-CARPALE, CON ASSOCIATA MODICA REAZIONE SINOVALE. DISIMOGENEI IL LEGAMENTO RADIO-CARPALE COLLATERALE DORSALE E I COMPONENTI LEGAMENTOSI RADIO-ULNARI
Rispostauitle artroscopia di polso


Domanda del 16/03/2017Gent.mo Dt Luchetti
mi trovo a sopportare i postumi da frattura scomposta pluriframmentaria polso sinistro , gesso tolto 7 giorni fà con referto : postumi di frattura della regione metaepifisaria de radio ; iniziata terapia per presenza di gonfiore sul polso con ridotta possibilità di movimento . la terapia attuale si basa su linfodrenaggio e manipolazione per riattivare i movimenti ed è fatta a mano da fisiatra , è abbastanza dolorosa ma capisco che sopportare la sofferenza è doveroso , ma avere il dolore per 24 ore mi rende a dir poco irrequieto ,vorrei sapere se utilizzando i cerotti transact posizionandoli tutto attorno al polso posso avere qualche beneficio a livello di dolore e infiammazione utilizzandoli in particolar modo dopo la terapia per respirare un pò e non rinunciare per paura alle sedute successive . la ringrazio vivamente per l'attenzione porgendoLe distinti saluti Alvaro Cambruzzi età 77 anni

Rispostacerto può provare ad uitlizzarli se prova giovamento


Domanda del 10/03/2017Salve, ho 41 anni, ed a seguito di una caduta avendo riportato un forte dolore e gonfiore al polso sx, mi è stata diagnosticata una frattura pluriframmentaria mataepifisaria intrarticolare distale radiale, e stiloide ulnare. Ho subito un trattamento incruento (trazione con leggera anestesia), effettuata al p.soccorso, subito dopo mi è stato messo il gesso per 35 giorni con Rx + controlli intermedi. Quando mi hanno tolto il gesso, mi è stato riscontrato, un breve accorciamento del radio, il dottore riferiva verbalmente circa 4 mm di accorciamento. Tolto il gesso ho riscontrato una certa rigidità al polso con riduzione dei movimenti in flessione-estensione, ed un leggero endema sia al polso che alla mano. A distanza di 1 mese dalla rimozione del gesso, sto ultimando i cicli di Kinesiterapia e magnetoterapia.
Sembrerebbe che la situazione è nettamente migliorata, però mi sembra che il polso sx in estensione e flessione abbia perso qualche grado rispetto all’altro polso.
Gentilmente le chiedo un consulto in merito a dei dubbi che mi sono venuti sul tipo di trattamento che mi hanno praticato, in particolare:
--La riduzione incruenta mediante trazione è un sistema adatto per questo tipo di frattura, oppure era
meglio se praticavano un intervento chirurgico?
--Il breve accorciamento del radio che mi hanno riscontrato tolto il gesso, (a dir loro 4 mm) , comporterà in futuro una riduzione di movimento considerando che faccio anche attività sportiva, e palestra?
--Inoltre, Il movimento di flessione e di estensione, può migliorare ancora nel corso del tempo considerato
che è trascorso un mese dalla rimozione del gesso?

Grazie per la disponibilità.

Rispostanon vedendo le rx posso pensare che ci sia un vizio di consolidazione, cioe il radio si è attaccato, ma male, quindi avrà una dimunizione del movimento , sia in flessione che in estensione, faccia una tac


Domanda del 09/03/2017buonasera, dopo una caduta giocando a basket circa due mesi ha ho avuto dolore al polso e alla mano /dal polso alle prime tre dita), non riesco a sollevare pesi e a fare movimenti rapidi dello stesso. due lastre hanno evidenziato che non vi è nulla di rotto, successiva ecografia che il tendini non ha problemi, poi la risonanza ha emesso il seguente verdetto:ipersegnale nelle sequenza specifiche della spongiosa ossea dello scafoide carpale, riconducibile ad edema trabecolare da impatto. Modesta reazione sinoviale perilesionale. La fibrocartilagine triangolare appare discretamente disomogenea, irregolare lungo il profilo estern dove si apprezza una sottile stria iperintensa si segnale che può essere riferita, in caso di clinica positiva, a lesione discontinuativa a suo carico.
Il mio ortopedico, dichiarando di non essere esperto di mano mi ha proposto tre sedute di onde d'urto. Possono rislvere il problema? solo quello dell'edema oppure anche quello alla fibraocartilagine? in caso di risposta negativa quale trattamento è consigliabile.
grazie

Rispostaassolutamento no,. le onde d'urto non servono a niente. utile intervento chirurgico per verificare il quadro legamentoso ed eventualmente ripararlo



Dr. Luchetti

Riccardo Luchetti

Presidente della SICMSocietà Italiana di Chirurgia della Mano
Presidente della ISSPORTHSocietà Internazionale per la Traumatologia Sportiva della Mano

Guarda il profilorluchetti@artroscopiadipolso.it

Dr. Atzei

Andrea Atzei

Presidente della EWASSocietà Europea Artroscopia del Polso

Guarda il profiloaatzei@artroscopiadipolso.it