Lo specialista risponde




Risposte Pubblicate:



Domanda del 31/10/2019Gentile Dottore

Le scrivo dalla Germania

La settimana prossima dovrò sottopormi ad una operazione, dove mi verrà asportata una parte dello scafoide ed artrodesi luno capitata o dei 4 angoli (questo verrà ponderato in seguito ad un controllo con microcamera il giorno prima della operazione).
Il mio ortopedico mi ha mostrato che il movimento del polso seguentemente avrà un limite nella sua estensione e flessione
Vorrei sapere se questo intervento limiterebbe persino la forza nella presa,
ovvero potrò continuare a fare esercizi a corpo libero sulla barra o sugli anelli?

La ringrazio vivamente

Rispostaquesto intervento permette la riduzione del dolore e il recupero della forza. Purtroppo la motilità saràò limitata
Luchetti



Domanda del 27/10/2019Ho rotto il polso un Po di anni fa e mi avevano dato 15 giorni e poi vedono se da togliere o no... ma lo sbaglio che ho fatto è che lo tolto da solo a casa e adesso mi fa male e si infiamma. Non so più che fare?
Rispostagià risposto


Domanda del 27/10/2019Ho rotto il polso un Po di anni fa e mi avevano dato 15 giorni e poi vedono se da togliere o no... ma lo sbaglio che ho fatto è che lo tolto da solo a casa e adesso mi fa male e si infiamma. Non so più che fare?
Rispostaforse non era guarito ed ora ha delle conseguenze
Esegua Rx e TAC

Luchetti
 



Domanda del 19/10/2019buongiorno in seguito a perdita della forza in entrambe le mani e dolore nel polso e mano dx ho fatto la prima visita specialistica che ha diagnosticato (anche dopo ecografia) il morbo di De Quervain e la tenosinovite degli estensori delle dita a livello del carpo ed una modesta sinovite reattiva a livello delle radio carpiche sul versante dorsale, a questo punto lo specialista mi ha consigliato un doppio intervento per il morbo e la tenosinovite. Nel dubbio mi sono rivolta ad un'altro specialista che con una visita mi aveva diagnosticato la compressione del nervo radiale e prescitto un RM. risultato dell RM:non si rilevano alterazioni di intensità di segnale a carico delle componenti ossee del polso, ove si accettui la presenza di due minute areole cistiche di 2 mm nel capitato ed alla base del primo metacarpo. Normale allineamento delle filiere carpali. Ulna plus variante con disomogeneità di segnale del corpo della fibrocartilagine triangolare per alterazioni degenerative, più accentuato sul versante dorsale ove si rileva la presenza di una spessa falda fluida disposta tra il piano osseo e la capsula articolare. diffusa sinovite anche attorno ai tendini flessori all'altezza del carpo. Ora vorrei sapere esattamente i problemi della mia mano dx (non ho mai avuto nessun tipo di frattura) visto poi che ho gli stessi sintomi sulla mano sx e sul piede sx
Rispostaprobabilmente è un'artrosi con associata una tenosinovite dei tendini estensori.

Luchetti



Domanda del 16/10/2019Salve dottore recentemente ho subito un infortunio sul lavoro per una caduta. A distanza di qualche mese,dopo vari accertamenti clinici che in un primo momento non avevano evidenziato traumi gravi, ho deciso di fare una tac che ha evidenziato la rottura completa del legamento scafo-lunato (sindrome SLAC 2 CON GRAVE DISSOCIAZIONE SCAFO LUNATA) e rottura dell'apice radiale.
Dopo una visita specialistica alla chirurgia della mano di Firenze, il primario mi ha consigliato un intervento per ridurre la dissociazione , ricostruire il legamento e svolgere una stileoctomia radiale.
A distanza di tempo dall'operazione, dopo aver svolto 5 mesi di riabilitazione, ho dei dolori sul prelievo dello strip tendineo con aderenze e una formazione di liquido sui tendini estensori del I dito.
Il 20 Novembre avrò la visita presso una commissione medica del lavoro e volevo da Lei un parere per una valutazione del danno permanente ( percentuale e rimborso del danno biologico)
Grazie dell'attenzione, cordiali saluti

Rispostase aveva una SLAC dubito che stia bene con quell'intervento
Non faccio pratiche medico legali
Luchetti



Domanda del 13/10/2019Gentile dott. Luchetti,
ho 43 anni e sono caduta all'indietro mentre pattinavo appoggiando il mio peso sul palmo della mano sinistra per non cadere con il coccige e la schiena. Ho messo subito il ghiaccio e non si è gonfiato ma avevo dolore. La sera ho messo un tutore che avevo in casa ed è andata meglio. Poi dopo una settimana ho sentito dolore quando facevo forza per tirare o afferrare qualcosa ed anche quando ruoto esternamente la mano. Ho fatto una radiografia a 10 giorni dall'evento traumatico ma non risulta niente. L'ortopedico dice che devo rifare la radiografia tra 10 gg e che potrebbe essere lo scafoide anche se a me non fa male nella zona della tabacchiera anatomica ma più a sinistra in alto (a metà tra le dita e il polso) .
Volevo chiederle se invece di fare una seconda radiografia non sarebbe meglio fare rmn o tac per capire definitivamente se c'è frattura o qualche problema ai legamenti o tendini?
La ringrazio tanto.

RispostaSicuramente una seconda Rx , poi una RMN per più sicurezza.
scusi il ritardo
Luchetti



Domanda del 13/10/2019Buongiorno, mi è stata diagnosticata una degenerazione della TFCC, tramite esame rmn. Già trattata 4 mesi fa circa con infiltrazione steroidea con esito positivo.
Purtroppo da poco a seguito di attività fisica, moderatamente blanda, è ricomparso dolore in pronosupinazione, con sensazione di ovattatura a livello della stiloide ulnare.
Vorrei sapere se qualche specialista opera o visita nella zona di verona o Bologna.
Grazie

RispostaBologna visito io, Verona il dr Atzei

Luchetti



Domanda del 11/10/2019Buongiorno dott.Luchetti.qualche mese fa ho avuto un piccolo incidente visto che il dolore improvviso si è dissolto Bell arco della giornata ho trascurato la cosa.poi dopo due mesi sono iniziati i problemi al polso incidentali.avevo dei dolori durante il lavoro che è piuttosto pesante.ho fatto una risonanza ed è risultata un all'editoria.ortopedico mi ha fatto dare una TAC dove risulta una frattura al denominare.l osso oltre che rotti da tempo si è distanziato è spostato e non si presenta bene.il dott.mi ha parlato di possibile necrosi sell osso.se così fosse devo aspettarlo o si può agire diversamente e soprattutto che danni rimarranno dopo un intervento del genere.
Rispostapurtroppo bisogna vedere le immagini delle RX e della TAC e poii visitarla. Ci sono vari interventi possibili.

Luchetti

 



Domanda del 10/10/2019Da giovane subii una lesione del radio in seguito ad un pugno dato ad un punchball difettoso del luna park (in pratica un affossamento della fossetta radiale con scalino articolare a livello dell'articolazione radio -carpica). All'epoca mi fu sconsigliato un intervento per ristabilire la regolarità articolare, ma ora (ho 54 anni) è anche sopravvenuta una sindrome de tunnel carpale di media gravità. Sarebbe possibile fare ora quell'intervento che venne escluso all'epoca, ma che a quanto sembra rappresenta l'unica vera soluzione del mio problema?
Rispostai danni artcolari esitano in una artrosi di polso (prima o poi) se lei ha 54 anni e il danno è avvenuto in età adolescenziale non c'è dubbio che ormai il polso abbia un'artrosi.
la STC non è un problema: operare vuol dire guarire

 



Domanda del 04/10/2019artrodesi polso , esiti di emiplegia sx gia fatto allungamenti tendini ma il polso è intraruotato e verso l'alto.
sono spaventata nell'affrontare questo tipo di intervento, può darmi informazioni in merito.

Rispostagià risposto?
 




Dr. Luchetti

Riccardo Luchetti

Presidente della SICMSocietà Italiana di Chirurgia della Mano
Presidente della ISSPORTHSocietà Internazionale per la Traumatologia Sportiva della Mano

Guarda il profilorluchetti@artroscopiadipolso.it

Dr. Atzei

Andrea Atzei

Presidente della EWASSocietà Europea Artroscopia del Polso

Guarda il profiloaatzei@artroscopiadipolso.it