Artroscopia
di polso
a cura di:
Dott. Riccardo Luchetti
Dott. Andrea Atzei
Dott. Roberto Cozzolino
D.ssa Ilaria Papini Zorli
 
 
 
COMUNICAZIONE
Le domande che porrete verrano sottoposte all'attenzione degli specialisti che curano il sito. Nel più breve tempo possibile le domande e le relative risposte verranno pubblicate in questa sezione e saranno visibili a tutti gli utenti, di conseguenza, a garanzia della tutela della privacy vi preghiamo di non inserire all'interno del messaggio dati e recapiti personali, nonchè indirizzi di posta elettronica.

Hai qualche domanda da porre?


   

Stai visualizzando tutte le domande


Domanda del 04.10.2007:
"Ho 40 anni ed a una prima visita mi è stata diagnosticata una sindrome da egresso torcica. Avendo oltre che problemi di formicolii e addormentamento delle mani , continue vertigini e disturbi visivi possono queste dipendere dallo stesso problema? "

Risposta:
puo essere

Domanda del 04.10.2007:
"Gentilissimi Professori, sono un Ufficiale delle Forze Armate nonchè musicista per hobby (pianista, chitarrista e batterista), da diversi anni. Questa mattina, mi è capitato un fatto singolare poichè, mentre recuperavo il telefono cellulare dalla tasca destra del pantalone, ho sentito come se al dito mignolo mi venisse a mancare l'effetto presa (infatti il cellulare si è scaraventato in terra con immediatezza), e subito dopo mi sono accorto che il dito medesimo presentava l'ultima falange piegata a martello. Un ortopedico mi ha visitato e mi ha diagnosticato la rottura del tendine abduttore del dito mignolo destro.Mi ha altresì detto che tale patologia si è potuta verificare in incidenza di una microrottura pregressa, o di sforzi prolungati, ( ...le chiedo scusa per la mia terminologia poco tecnica...); Dopo la visita mi ha consigliato, prima di ricorrere all'intervento chirurgico di suturazione, di mantenere per circa 30 giorni, il dito immobile nella posizione di adduzione attraverso l'utilizzo di un tutore, nel tentativo di ricongiungere il tendine superiore del mignolo ( mi ha detto che in tali casi c'è una percentuale di successo pari al 20%), in caso di nessun risultato apprezzabile mi ha consigliato l'intervento operatorio. Premessa la mia incredulità per come si è potuto verificare l'accadimento, sono preoccupato poichè vorrei recuperare la piena funzionalità del dito considerato che tengo molto alla mia passione musicale che mi consente di superare tanti momenti difficili che nella vita di ogni giorno capitano, ahimè, ad ognuno di noi. La ringrazio ainticipatamente per tutto quanto potrà riferirmi, e nel coplimentarmi con Lei per il Sito, Le invio Sinceri saluti e ringraziamenti. (jeffen@iol.it) "

Risposta:
da quello che ha scritto penso che il tendine rotto sia il tendine Estensore non l'abduttore. la lesione si chiama come ha detto giustamente lei, dito a martello o Mallet finger ed è dovuta ad una lesione del tendine estensore alla ifd, spesso con una piccola frattura ossea della base dell' falange distale. la posizione da mantenere è con il dito in estensione utilizzando un tutore tipo Stak che mantiene l' IFD in estensione. puo anche non essere necessario l'intervento chirurgico ma spesso residua una rigidità in estensione.

Domanda del 04.10.2007:
"Gentile Dottor Luchetti, desidero ringraziarLa dal profondo del cuore per l'immediatezza della risposta e comunico i dati omessi precedentemente: 1) il trauma era localizzato sulla parte anteriore del braccio sn (posso precisare: all'incirca metà braccio anteriore tra omèro e gomito); 2) il nervo ulnare passa sopra o sotto? (mi è sembrato di capire che passa sotto); 3) la città in cui abito è LECCE; 4) oggi alle ore 8,30 è stata eseguita la risonanza magnetica su avambraccio, gomito e mano sn. I risultati saranno pronti sabato 23 c.m. (su mia insistenza mi è stato consigliato di telefonare venerdì nel caso potessero essere già pronti); 5) posso inviarLe il risultato?. Gentile Dottor Luchetti, per favore, mi dica se mia figlia potrà recuperare l'uso della mano (come prima) o se ci sono roblemi irreparabili, e l'intervento sarà risolutivo o ci saranno dei postumi ? La ringrazio di vero cuore per aver messo la Sua competenza in aiuto di quanti, come me, non sanno dove sbattere la testa quando succede qualche danno. Resto fiduciosa in attesa di qualsiasi comunicazione voglia darmi al riguardo, dei Centri Specialistici a me più vicini e/o se Lei stesso può fare qualcosa per mia figlia. La ringrazio e saluto distintamente. Lucia Quarta luciaquarta@libero.it"

Risposta:
mi faccia sapere

Domanda del 04.10.2007:
"Buongiorno Dott.Luchitti, da un paio di mesi ho un dolore fortissimo simile ad una scossa elettrica quando appoggio il gomito. Mi consigliare cosa fare. La ringrazio anticipatamente."

Risposta:
potrebbe trattarsi di un problema del nervo ulnare che passa al gomito. Enm e visita specialistica

Domanda del 01.10.2007:
"buongiorno dott. Lucchetti sono un ragazzo di 32 anni di bergamo.A marzo 2007 sono stato operato al polso sx causa morbo di de quervain ma mi continua a far male ed è ancora gonfio. cosa mi consiglia di fare? grazie per la sua cortesia."

Risposta:
Capire se il problema è veramente il M di De Quervain o ci sono altri motivi. Le consiglio un eventuale ecografia e visita di controllo
Luchetti

Domanda del 01.10.2007:
"Melfi(PZ) 29/09/2007 questa domanda l'ho posta già una settimana fà, non ho avuto alcuna risposta. Forse siamo del Sud. La ripropongo con la speranza di una risposta entro breve termine. Mettetevi nei panni di un padre che già da un mese aspetta miglioramenti GRAZIE....... Buogiorno,sono il padre di una ragazza di 27 anni, abito in provincia di Potenza, il 10 settembre a mia figlia si è improvvisamente manifestato un deficit parziale all'estensione di tutte le dita della mano dx senza aver subito alcun trauma. Al pronto soccorso dell'ospedale è stata sottoposta a visita ortopedica - REFERTO "Buona la distensione del polso dx.Deficit dell'estensione a carico di tutte e cinque le dita della mano dx. No gonfiore, no dolore, no trauma. Buona la sensibilità periferica. Si consiglia ecografia III° distale di avambraccio/polso dx. Se risulta essere neg. visita neurologica. Il giorno successivo è stata sottoposta a visita neurologica presso un altro presidio ospedaliero della zona, questi ha richiesto di eseguire RM Encefalo e RM Cervicale (senza e con m.d.c.,EMG/ENG del radiale e RM polso e avambraccio. - REFERTO "RM ENCEFALO"( L'indagine eseguita sia senza che con contrasto, non evidenzia lesioni focali o diffuse con alterata intensità di segnale a carico delle strutture encefaliche degli emisferi cerebrali e cerebellari. Non evidenti aspetti malformativi. Strutture mediane in asse. Ventricoli di ampiezza regolare e senza alterato segnale del liquor. Acquedotto del Silvio a decorso regolare. Non alterazioni alle strutture bulbo-pontine. Come reperto collaterale si segnala una netta deviazione del setto nasale a destra con lieve flogosi dei turbinati. - REFERTO "RM CERVICALE" (Lo studio del tratto cervicale non evidenzia alterazioni discali nè si osservano impegni canalari. Non alterato segnale osseo. Si osserva un appianamento della fisiologica lordosi con tendenza all'inversione.) - REFERTO "RM GOMITO DX" (Lo studio del gomito non mostra anomali del segnale osseo o delle parti molli circostanti. Si segnala esclusivamente una minima distensione fluida del margine capsulare sul versante radiale.Analoga distensione fluida si osserva a livello dell'articolazione carpale. Non evidenti anomalie dei tendini flesso-estensori. Opportuna anche la valutazione reumatologica e neurologica. La cura a cui è stata sottoposta è somministrazione di - NICETILE 500 MG SOMMINISTRAZIONE ORALE 2 AL GG - BYODINORAL 600 COMPRESSE 1 AL GG - BENEXOL COMPRESSE 1 AL GG. DAL CONSULTO DEL NEUROLOGO E DELL'ORTOPEDICO SONO RIMASTO PERPLESSO IN QUANTO IL DEFICIT E' A LORO DIRE ANOMALO PERCHE' NON RISPONDE A TUTTE LE CARATTERISTICHE DI ALCUNE NOTE PATOLOGIE. 1. E' CORRETTA LA SOMMINISTRAZIONE DEI FARMACI INDICATI? 2. SIETE A CONOSCENZA DI UN BRAVO SPECIALISTA A CUI POSSO RIVOLGERMI IN BASILICATA? 3. NEL CASO NON NE SIETE A CONOSCENZA COME POSSO PRENOTARE UNA VISITA PRESSO DI VOI? "

Risposta:
mi sembra di non aver letto il risultato dell'EMG del nervo radiale, è stata eseguita? i formaci possono andare bene, in basilicata non conosco nessuno. faccio visita in diversi posti. deve vedere sul mio sito per sapere il posto più vicino a lei. www.riccardoluchetti.it

Domanda del 29.09.2007:
"come si cura il morbo di de quervain' '"

Risposta:
operandolo

Domanda del 29.09.2007:
"più di un anno fa ho subito la frattura scomposta del polso dx con distacco del nucleo di accrescimento dal lato del radio a seguito di una caduta in motorino. La frattura mi è stata ridotta e ingessata per 35 giorni, dopo aver tolto il gesso ho fatto un po' di fisioterapia. La mobilità è pressochè ugguale al sx anche se esternamente si nota un aleggera differenza con il dx che è un po' meno definito dell'altro sul lato del radio, comunque quello che mi provoca dei fastidi è che quando sollevo del peso con lamano in questione il punto della frattura mi fa male. Volevo sapere se col tempo il dolere passerà e se era possibile intevenire in qualche modo. Ho 16 anni e sono maschio se può essere rilevante. Attendo una vostra risposta, grazie Giacomo "

Risposta:
dopo un anno la frattura e ben consolidata, il fastidio passerà, se non dovesse passare bisogna fare accertamenti più approfonditi perchè il dolore potrebbe provenire da altri punti linteressatii a seguito della frattura

Domanda del 29.09.2007:
"Gentilissimi esperti a causa di una erronea postura e conseguente strappo muscolare alla spalla sx ho subito tre giorni di forti dolori leniti da voltaren e muscoril. Ora l'unico fastidio che accuso e il formicolamento delle tre dita dal pollice cosa può essere accaduto? grazie"

Risposta:
il fomicolio alle prime tre dita della mano puo essere dovuto ad una compressione del nervo mediano al polso utile EMG ed eventuale intervento chirurgico per risolvere il problema

Domanda del 29.09.2007:
"Buongiorno ho 35 annni e, da ormai più di due mesi, avverto forti dolori al dito indice della mano destra. Tali dolori si accentuano se il dito inavvertitamente sfrega contro qualsiasi cosa anche morbida e se provo a sollevare pesi anche molto leggeri facendo per lo più leva sull'indice. Quali possono essere le cause e quali i rimedi? Grazie "

Risposta:
che parte dell'indice?alla base?alla punta? sulla regione ungueale? le cause e i rimedi possono essere parecchi, ma deve essere molto più precisa nella descrizione dei sintomi

Domanda del 29.09.2007:
"salve dottori a da circa una settimana che ho mandato un messagio per sapere cosa ne pensavate,ma evidentemente sono stato salto..noto che rispondete a tutti i casi tranne ke al mio!?grazie lo stesso!buona giornata distinti saluti "

Risposta:
non so che dirle, arrivano moltissime domande e cerchiamo di rispondere a tutte.

Domanda del 28.09.2007:
"Egregio dott. Lucchetti sono una 66/enne di genova da tempo soffrivo dolori alle dita. Dopo un intervento tunnel carpale mano destra mi sono ritrovata il formicolio continuo al pollice destro.Cosa posso fare? cordiali saluti, ringrazio. "

Risposta:
se il formicolio è dello stesso tipo di quello di prima può darsi che il canale non sia stato aperto completamente, oppure è probabile che si possa trattare di sintomatologie residue dell'anestesia che con il tempo andranno via. faccia un EMG di controllo

Domanda del 26.09.2007:
"gentile dott.abito in toscana,nel 2006 in seguito ad una caduta ho riportato il distacco del semilunare della mano destra che é posizionato sul tunnel carpale.Tale patologia non mi è stata riconosciuta se non trenta giorni dopo.Rivoltomi allo specialista sono stato sottoposto ad vintervento, per ilriposizionamento del semilunare nella propia sede,usando un ancoretta.Di conseguenza mi è rimasta la rigidità guasi totale del polso,e dolore continuo.I controlli effettuati dallo specialista anno riscontrato necrosi del semilunare e lussazione dello stesso.Mi è stato consigliato un intervento di Carpectomia.Vorrei un suo consigli.Ringraziandola le porgo cordiali saluti."

Risposta:
l'intervento di carpectomia è un buon inteveto di salvataggio,le consente di tornare ad un buon movimento del polso. bisogna però essere sicuri della buona superficie articolare del radio e del capitato, presupposti fondamentale per il buon esito di questo intervento, e ciò è possibile saperlo solo eseguendo in prima istanza un artroscopia.

Domanda del 26.09.2007:
"Caro dottore,il mio ragazzo di anni 30,ha avuto la febbre per qualche giorno,è andata via senza troppi problemi,la cosa che ci sta preoccupando è che subito dopo ha cominciato a sentire che le ultime due dita della mano sinistra si sono intorpidite.Questo dura già da 2/3 gg.Può essere qualcosa di grave o non c'è da preoccuparsi,e di cosa si tratta?La ringrazio"

Risposta:
non penso ci sia correlazione fra le due cose
luchetti

Domanda del 26.09.2007:
"Salve, sono una persona di 40 anni con un principio di osteoporosi (t-score di -3.0 su total body) ed il 31/08/07 sono caduto provocandomi la frattura del capitello radiale sn e sospetta frattura dello scafoide sn. Mi è stato applicato un gesso, dal gomito al pollice compreso, il quale l’ho portato per 20gg. Dopo 20 gg all’esame radiologico di controllo è emerso :” POLSO SX con i radiogrammi eseguiti, non evidenti segni di lesioni ossee traumatiche fratturative. GOMITO SN Linea di radiotrasparenza in corrispondenza del capitello radiale. Conservati rapporti articolari.” Dalla RM eseguita il giorno successivo :”RM POLSO SN non significative alterazioni del segnale a carico della strutture scheletriche. Modesti segni di edema in corrispondenza della spongiosa del terzo distale radiale. Si evidenziano modeste note sinovitiche a livello dell’articolazione del polso. RM GOMITO SN E’ presente linea di frattura ingranata a livello del capitello radiale dove sono presenti discreti segni di edema. Segni di edema anche a livello dell’epicondilo laterale. Il quadro si accompagna con modico versamento liquido sinovite post-traumatica. I legamenti collaterali sono riconoscibili”. Mi è stato quindi tolto il gesso e messo un apparecchio gessato al polso (da metà braccio al police compreso) da tenere per altri 12gg ed indicato di fare subito della fisioterapia riabilitativa. Con questo nuovo gesso in resina, avendo il gomito libero, ogni volta che ruoto la mano verso dx o verso sx sento un forte dolore al gomito. Non riesco nemmeno a portare il pollice sulla punta del naso dal dolore. La mia domanda è questa: è giusto aver tolto il gesso al gomito se sia i RX che RM indicavano che vi era ancora la frattura del capitello radiale? Perché mi hanno immobilizzato il polso se non vi è nessuna frattura? La riabilitazione non è troppo tempestiva con una frattura non ancora guarita? Vi ringrazio per la vostra cortese risposta Marco T. "

Risposta:
nelle fratture di capitello radiale, composte, come la sua, la riabilitazione va eseguita il prima possibile per evitare rigidità e algodistrofie che al gomito sono molto piu frequenti e pericolose rispetto ad altri distretti scheletrici. l'immobilizzazione del polso penso sia dovuta, a quello che scrive lei, ad una possibile frattura dello scafoide o del radio
luchetti

Domanda del 26.09.2007:
"salve, sono stata operata a maggio 2007 di frattura capitello radiale(con lussazione in avanti e lateralmente del frammento)con asportazione dello stesso, ho seguito tutte le indicazioni dell'ortopedico,è subentrata una tendinite curata con riposo ed antinfiammatori,il dolore continuo mi ha costretto a nuova visita ortopedica, diagnosi "epicondilite" cura: riposo articolare con trattamento tens,ionoforesi,ultrasuoni.Persistendo il dolore ed il formicolio alla mano sono riandata dallo specialista che ha diagnosticato: sospetta sindrome tunnel carpale, richiesta rx rachide cervicale in AP + ll obliqua dx e sx ed EMG arti superiori (VCM+ VCS mediano + ulnare.Cosa mi consiglia visto che sono trascorsi 5 mesi dall'interventi? grazie."

Risposta:
l'epicondilite è stata curata bene con fkt e Fans, se il dolore persiste è necessario intervento chirurgico. il formicolio è patologia a parte e se sono interressate principalmente le prime tre dita può trattarsi di STC: se confermato dall'EMG, necessario l'intervento chirurgico
luchetti

Domanda del 26.09.2007:
"Buongiorno, sono una ragazza di 20anni. Tre anni fa ho riportato una lesione lieve al polso sinistro. Da allora ogni volta che le condizioni atmosferiche cambiano ho un dolore tremendo. Sono tre giorni che non riesco a muoverlo, è anche un pò gonfio, appena lo piego avverto dei dolori e solo stando ferma non mi fa male. Consideri che non ho fatto sforzi o per lo meno non me ne sono accorta. Lei cosa mi consiglia?"

Risposta:
lesione lieve di che tipo? distorsivo? fratturativo?cosi è un po poco. consiglio visita da uno specialista della branca che le sappia consigliare per il meglio gie esami da fare, dopo un accurata visita clinica e un'accurata anamnes. salutii
luchetti

Domanda del 25.09.2007:
"salve, sono un ragazzo di 17 anni,inseguito ad una caduta,ho riportato la frattura scomposta del'avambraccio di entrambe le ossa. è stato necessario applicare l'intervento durante il quale sono state inserite due placchette con relative viti(12).le mie domande sono :quali sono i tempi di recupero,non appena rimosso il gesso quanto tempo occorrerà prima di poter tornare a svolgere un attività sportiva intensa (calcio)."

Risposta:
Dipende dal tipo di frattura, se la sintesi eseguita è stabile e corretta.
Luchetti

Domanda del 25.09.2007:
"gentile dottore vorrei sapere se l'ulna e' operabile.vorreichiarire mi si addormentano le dita anulare e mignolo ho delle scosse vorrei sapere se si puo'curare grazie"

Risposta:
Non è un problema dell'ulna ma del nervo. Se si tratta della compressione del nervo ulnare è operabile
Luchetti

Domanda del 20.09.2007:
"dopo aver fatto una tac al polso sn mia sorella ha avuto questo risultato: Il semilunare presenta lisi sul versante laterale con corticale interrotta e sclerosi endospongiosa reattiva. Concomita ispessimento dei piani sinoviali e falda liquida intra-articolare. Rapporti articolari conservati. Il reperto è compatibile con necrosi asettica. il risultato dell'esame è questo. Mi devo preoccupare? Sicuramente andremo da uno specialista ma, visto i tempi d'attesa un pò lunghi, volevo avere un vostro parere. Lei lavora in un supermercato come banconista. é dannoso per il problema al polso? Grazie di tutto e buona serata."

Risposta:
Il problema di sua sorella riguarda la necrosi del semilunare o malattia di Kienbock. La sintomatologia puo' peggiorare in seguito a sforzi. il trattamento è chirurgico e quindi le consiglio di eseguire una valutazione specialistica in tempi non troppo lunghi
Luchetti


Pagina 223 di 296«...219 220 221 222 223 224 225 226 227 ...»


News
Corsi e Congressi


Arezzo (Italy)
13-15 November, 2014


Arezzo (Italy)
3-5 October, 2015




Elbow diseases and clinical experiences
Arezzo 13-15 Novembre 2014

10 years of Wrist Cad - Lab Course
ARTHROSCOPY AND OPEN SURGERY:
An UPDATE on:
- SL instability
- DRUJ instability
- Distal Radius fractures
- Scaphoid fractures and non union
- SLAC and SNAC

Barcelona (Spain) - July 4-5, 2014
Universitat de Barcelona
Faculty of Medicine “Dissection Room”

2° Wrist and Elbow Course: Arthroscopic and Open Surgery
Combined Course on Anatomic Specimens
BARCELONA (SPAIN) JUNE 3-4, 2011