Artroscopia
di polso
a cura di:
Dott. Riccardo Luchetti
Dott. Andrea Atzei
Dott. Roberto Cozzolino
D.ssa Ilaria Papini Zorli
 
 
 
COMUNICAZIONE
Le domande che porrete verrano sottoposte all'attenzione degli specialisti che curano il sito. Nel più breve tempo possibile le domande e le relative risposte verranno pubblicate in questa sezione e saranno visibili a tutti gli utenti, di conseguenza, a garanzia della tutela della privacy vi preghiamo di non inserire all'interno del messaggio dati e recapiti personali, nonchè indirizzi di posta elettronica.

Hai qualche domanda da porre?


   

Stai visualizzando tutte le domande


Domanda del 24.11.2007:
"salve durante la notte mi sveglio di colpo accusando dolori alla mano e al baccio destro e la mano e addormentata vorrei sapere cosa possa essere io prendo da diversi anni la cardioaspirina"

Risposta:
faccia una emg

Domanda del 24.11.2007:
"salve, premetto che non ho subito alcun trauma. Inizialmente e' sorto un dolore latente e persistente al polso sinistro. con il passare delle settimane il dolore si e' come "spostato" andando a localizzarsi nella falange prossimale. LA falange risulta molto dilente soprattutto quando sposto il pollice all'interno del palmo della mano (come a fare il numero 4) e soprattutto ho notato una diminuizione della forza di presa di tutta la mano..e' come se fosse indebolita.la cosa ormai si trascina da diversi mesi e non accenna a risolversi spontaneamente. puo' essere indice di una patologia particolare? cosa mi suggerisce di fare? grazie"

Risposta:
potrebbe essere un inizio di tunnel carpale o una tendinite dei flessori

Domanda del 23.11.2007:
"Salve Ho avuto una frattura composta della testa della falange prossimale del secondo dito della mano sinistra dovrò fare intervento? Se si sarà doloroso?Quanto dura?"

Risposta:
dipende dal tipo di frattura

Domanda del 23.11.2007:
"Salve,sono un ragazzo di 21 anni;dopo 30 giorni di gesso per frattura scafoide,mi è stato applicato un ulteriore gesso di dimensioni piu' piccole rispetto al precedente,poichè,eseguita la radiografia,non è stata riscontrata alcuna formazione di callo osseo in atto.Col vostro gentile consiglio desidererei sapere i tempi necessari per la formazione del callo osseo ed in particolar modo se conviene tenere il gesso per altri 25 giorni come mi hanno prescritto oppure procedere all'intervento chirurgico.Aspetto una vostra risposta..grazie."

Risposta:
l'intervento da una sicurezza maggiore rispetto al gesso e permette una rapida ripresa dalla attività. è una scelta sua. noi di solito preferiamo operarle, ma dipende sempre dal tipo di frattura

Domanda del 23.11.2007:
"mia moglie lavora inu na mensa aziendale e continuamente in contatto con l'acqua, ultimamente nelle dite delle mani sono comparse delle sporgenge in particolare all'estrmità delle falangi, e ultimmente anche al polso, domanda potrebbe essere artrosi? se si esiste una cura ho qualche paliativo?"

Risposta:
se è artrosi certamente non è stata provocata dall'acqua...

Domanda del 23.11.2007:
"tessuto ipoecogeno a livello dell'epifasi distale del radio cosa significa?"

Risposta:
detto cosi niente

Domanda del 23.11.2007:
"buonasera dottore Luchetti, ho 39 da qualche giorno all'interno del polso sx fuoriesce una piccola rotondità nei prossimi giorni eseguirò un'ecografia, mi è stato consigliato di porre sul polso un polsino elastico con una moneta che prema sulla rotondità , è possibile che così si riassorba? grazie "

Risposta:
no. si puo rompere però

Domanda del 23.11.2007:
""Buongiorno dottori.Sono una ragazza di 28 anni.L'1\11 sono caduta ,mi hanno diagnosticato tramite EMG una torsione al nervo radiale al braccio sx.Ora ho il braccio insensibile e non riesco più a sollevare il polso.Sono passati 21 giorni,ho preso vari medicinali,ho fatto iniezioni cortisonici e varie sedute di elettrostimolazione.Siccome sino ad ora i medici mi hanno detto solo di aspettare,pur non avendo alcun miglioramento,io le chiedo:come mi devo comportare?Quanto devo aspettare per la ripresa totale?Sarebbe meglio un'operazione?Mi indirizzi lei per la miglior soluzione!Anticipatamente la ringrazio per un suo eventuale chiarimento!""

Risposta:
bisognerebbe fare sopratutto una diagnosi certa prima di decidere cosa fare. Torsione del nervo radiale mi sembra poco chiara. Potrebbe trattarsi forse di un trauma al nervo che lo ha reso per un pò di tempo poco attivo ma dovrebbe notare in questo caso dei cambiamenti n positivo della situazione in tempi non lunghi.

Domanda del 23.11.2007:
"Mi sono fratturato la scafoide più di un anno fa e la frattura non si è ricomposta. Ora, essendo il segmento di osso ridotto di dimensione (dopo esame artoscan), il mio medico curante mi ha consigliato di operarmi eseguendo un innesto osseo anziché l'utilizzo della vite. Secondo lei è corretto questo modo di operare ? recupererò la funzionalità completa del polso? e per quanto tempo dovrò portare il gesso? Grazie mille. Saluti."

Risposta:
in alcuni casi basta la vite in altri è necessario un innesto di osso per alzare lo scafoide che viene sempre bloccato con vite

Domanda del 16.11.2007:
"Salve, sono una signora di 43 anni, a maggio del 2006 sono stata operata per la seconda volta al polso sn per asportazione di due cisti sinoviale (collegate fra loro da un peduncolo e la seconda cisti era situata nell'articolazione del polso). dopo 4-5 mesi dall'intervento noto che si stava riformando nuovamente un'altra cisti (sempre nel medesimo polso operato), con il passare dei mesi la cisti continuava a crescere. A settebre 2007 faccio un'ect e misurano la cisti che è di cm.2,8. A fine ottobre di quest'anno scopro con sollievo che la cisti si è rotta spontaneamente, ma tale sollievo dura poco perchè dopo una settimana mi accorgo che la cisti si è nuovamente riformata e adesso a distanza di 15gg. e grande la metà della precedente cisti (che si è rotta). Volevo sapere a questo punto cosa posso fare per mettere fine a tutto questo, tenendo conto che mi da non pochi problemi soprattutto per il mio lavoro (sono un'ostetrica), solo indossare guanti sterili di da fastidio al polso, oltre che l'indice e il medio hanno una ridotta sensibilità. Spero di ricevere presto sua risposta "

Risposta:
le cisti per loro natura tendono spesso a recidivare. si potrebbe tentare con ua rimozione artoscopica della cisti per arrivare bene in fondo fino all'artricolazione. per il formicolio consiglio EMG

Domanda del 08.11.2007:
"Da qualche tempo una persona a me vicina ha notato un rigonfiamento, una sorta di sfera che farebbe pensare ad una cisti, nell'articolazione del polso dx. Saltuariamente e non in associazione a particolari sforzi o movimenti specifici il polso è dolente. Puo suggerirmi come indagare e di cosa potrebbe trattarsi? grazie"

Risposta:
ecografia

Domanda del 08.11.2007:
"seguito scontro gioco calcio mi è stata diagnosticata distorsione polso dx ed applicato un bendaggio morbido da togliere in 10 gg. a me sembra un periododi tempo basso;non pensa?"

Risposta:
dipende da che trauma ha

Domanda del 27.10.2007:
"SALVE SONO QUEL RAGAZZO CHE HA AVUTO IL 13 LUGLIO UN INCIDENTE PROVOCANDOSI LA FRATTURA SCOMPOSTA CON LUSSAZIONE DI ULNA E RADIO PER LA PRECISIONE AL GOMITO.DALLE ULTIME RX FATTE RISULTA COME DICONO UN CALLEO OSSEO AL INTERNO DEL BRACCIO IN PARTICOLARE NEL PUNTO DI CHIUSURA E QUINDI DA IL BLOCCO IN ESTENSIONE E CHIUSURA ANNO DETTO DI PROVARE ANCORA CON FISIOTETAPIE PER ALTRI DUE MESI MA IO NON VEDO MIGLIORAMENTI.UN ALTRA PRATICA CHE PENSANO DI SVOLGERE SONO DELLE FORTI ONDE D'URTO UN PO PERICOLOSE MA EVITANDO COSI L.INTERVENTO.MA CON LA VOSTRA ESPERINZA MI SAPRESTE DIRE E' VERAMENTE DELICATO INTERVENIRE AL GOMITO TOGLIENDO QUESTO CALLEO OSSO, OPPURE MI STANNO FACENDO PERDERE DEL TEMPO E MAGARI LA SITUAZIONE PUO' AGGRAVARSI.DOTTORI VI PREGO RISPONDETEMI QUI MI TROVO IN UNA SITUAZINE NON BELLA E PSICOLOGICAMENTE MALE.POTETE SEMMAI CONSIGLIARMI L'OSPEDALE GIUSTO QUI A NAPOLI O MAGARI COSA FARE .GRAZIE"

Risposta:
spesso questo tipi di interventi chirugici risultano abbastanza buoni nelle prime fasi dopo l'ntervento ma poi spesso le calcificazioni al gomito si riformano e ritorna come prima. Bisognerebbe vedere le rx

Domanda del 27.10.2007:
"SALVE DOTT. LUCHETTI SONO STATO OPERATO ALLO SCAFOIDE POLSO DX, MI HANNO FATTO UN INNESTO OSSEO DALLA CRESTA ILIACA, MA LA MANO MI FA ANCORA PIU' MALE DI PRIMA, ORA UN ALTRO DOTT MI HA DETTO CHE DATA L'ARTROSI PRESENTE E' GIUSTO METTERE UNA PROTESI, MA DATO CHE L'ARTROSI C'ERA GIA' ANCHE PRIMA NON ERA GIUSTO FARE SUBITO LA PROTESI? LA PRIMA DIAGNOSI E' STATA PERIARTROSI ALLO SCAF.DEL POLSO DX"

Risposta:
il primo intervento che ha fatto serviva per salvaer lo scafoide che è un osso fondamentale del polso. per quanto riguarda la protesi non riesco a capire che tipo di protesi le ha potuto consigliare il collega. In casi come il suo, in cui il primo intervento non è andato bene si deve pensare ad interventi di salvataggio del polso, che non è la protesi

Domanda del 27.10.2007:
"Buongiorno, il 5 di agosto sono caduta provocando una frattura scomposta ad ulna e radio, dopo 45 giorni di gesso mi hanno detto che era meglio intervenire chirurgicamente, ma ormai era passato troppo tempo e le ossa si erano consolidate. Ho seguito un percorso di riabilitazione con iono e tensforesi e della ginnastica. il 23 cottobre eseguo una nuova lastra dove si evidenzia un distacco della stiloide ulnare omolaterale. non riesco più ad avere una torsione completa del polso per via del dolore. come posso procedere? cosa sarebbe meglio fare a questo punto? ringrazio per la gentile attenzione...rimango in attesa di una vostra risposta. buona giornata. "

Risposta:
la difficolta nella pronosupinozione che riferisce può essere dovuta sia ad un vizio di consolidazione del radio o dell'ulna, sia ad un problema sulla TFcc che è un legamento che si inserisce sotto alla stiloide ulnare..TRattamnto chirurgico in entrambi i casi. Si faccia visitare da uno specialista

Domanda del 27.10.2007:
"Gentile Dottore, mia madre 79 anni è stat investita da un'auto e da allora lamenta, oltre al resto, un dolore al braccio che partendo dalla base del collo arriva fino all'interno del gomito. Ha fatto numerose visite ortopediche e fisiatriche e le sono state diagnosticate patologie differenti: dalla borsite all'osteopporosi ecc. Ha provato vari trattamenti locali a base di creme; ha fatto ultrasuoni, tens ed altre terapie senza avere il minimo beneficio. L'ultima prescrizione è stat di sottoporsi alla tacarterapia, ma non le sono state date indicazioni in merito a dove andare (in provincia di bs). Potrà essere risolutiva? Potrebbe indicarmi delle sedi dove poterla effettuare? Grazie"

Risposta:
la tecar è una buona fkt ma bisognerebbe sapere se è quello che serve veramente a sua madre. in provincia di BS non conosco nessuno

Domanda del 27.10.2007:
"Buongiorno,mio papà 64 anni causa incidente ha subito l'amputazione delle prime 2 falangi dito medio mano sx. Ora il semplice sfioramento del moncone gli provoca una dolorosa sensazione di "corrente elettrica". Esiste un rimedio, anche chirurgico? grazie"

Risposta:
si tratta dei neuromi di amputazione (cioè quello che resta dei nervi digitali delle dite tagliate) che danno quella sensazione. Intervento chirurgico per eliminare il problema

Domanda del 27.10.2007:
"Salve Dottore,ho 32 anni e sono un'artigiano muratore,e da 1 anno che ho problemi al polso DX,ruotando il polso srchicchiola in maniera inusuale,e avverto un fastidio continuo dopo il lavoro,quando porto la fascia sto decisamente meglio.."

Risposta:
rx e visita specialistica

Domanda del 22.10.2007:
"Buongiorno, questa estate mi sono fratturato due dita della mano (premetto che avevo già avuto una frattura anni fa su una delle due dita) e dopo essermi recato al P.S. mi è stato fatto un'intervento inserendo dei ferri trasversali da tenere per 40 gg. Dopo aver tolto i ferri, probabilmente a causa di scarsa igiene da parte del personale medico(le medicazioni che mi venivano fatte erano quasi sempre eseguite senza guanti sterili)a distanza di una decina di giorni si è gonfiata la mano ed ho dovuto essere inciso in prossimità dei fori dei ferri tolti perchè era in atto una infezione, mi è stata inoltre prescritta una forte terapia antibiotica per dieci giorni. Oramai sono passati altri 20 giorni da quando ho sospeso la terapia e la mano mi fa sempre male ed è gonfia, dai raggi si vede inoltre che l'osso si è attaccato storto (si nota anche esteticamente)così dopo essermi recato dal mio medico di base, mi è stato riscontrato che c'è ancora dell'infezione e bisogna curare ancora con antibiotici. Volevo chiedere consiglio su come procedere al meglio per curarmi anche perchè comincio a pensare che da una semplice frattura sia diventata una cosa più seria. Ringraziandovi anticipatamente porgo cordiali saluti"

Risposta:
non penso che l'nfezione se presente sia dovuta alle medicazioni effettuate senza i guanti sterili. bisognerebbe vedere le rx e valutare la sua mobilià per potere darle un consiglio preciso. la terapia antibiotica va bene

Domanda del 20.10.2007:
"Salve. Sono passati ormai 20 giorni dall'intevento al carpale, e sncora non ho riscintrato benefici. In pratica, come stavo sto'! Ma riusciro' a guarire? Grazie Ludovico"

Risposta:
dipende da quanto grave era la patologia inizale. Comunque il recupero del mediano è lento


Pagina 223 di 299«...219 220 221 222 223 224 225 226 227 ...»


News
Corsi e Congressi


Arezzo (Italy)
13-15 November, 2014


Arezzo (Italy)
3-5 October, 2015




Elbow diseases and clinical experiences
Arezzo 13-15 Novembre 2014

10 years of Wrist Cad - Lab Course
ARTHROSCOPY AND OPEN SURGERY:
An UPDATE on:
- SL instability
- DRUJ instability
- Distal Radius fractures
- Scaphoid fractures and non union
- SLAC and SNAC

Barcelona (Spain) - July 4-5, 2014
Universitat de Barcelona
Faculty of Medicine “Dissection Room”

2° Wrist and Elbow Course: Arthroscopic and Open Surgery
Combined Course on Anatomic Specimens
BARCELONA (SPAIN) JUNE 3-4, 2011